I manipolatori sono costruiti principalmente da un telaio elettrosaldato al centro del quale opportunamente ammortizzato è sospeso il gruppo tenaglia. Il gruppo tenaglia può compiere movimenti perpendicolari o obliqui avendo la possibilità anche di sostituire gli utensili di presa da tondi a quadri. La tenaglia può ruotare in modo continuo o a passi tramite un motore idraulico che ne garantisce una bassa e regolabile velocità con una coppia elevata.

Nei manipolatori sono installati diversi sistemi di sicurezza tra cui il sistema di anticaduta lingotto, il freno passivo sulle ruote motrici, il controllo di pressioni nei cilindri per evitare il ribaltamento, sistema di guida assistito idraulicamente ecc.ecc. Il tutto è tenuto efficiente da un sistema idraulico ed elettrico di controllo e pulizia.

I manipolatori possono essere di diverso tipo: alimentati con motore a scoppio provvisto di tutte le normative antinquinamento oppure alimentati con motore elettrico, entrambi i modelli hanno la possibilità di essere impiegati in un ciclo produttivo completamente integrato.